Vai al contenuto

5 Libri da leggere per poter viaggiare senza nemmeno partire

#IORESTOACASA

Italia, marzo 2020


Il mondo intero sta attraversando un periodo che finirà tranquillamente nei libri di storia di un futuro anche abbastanza prossimo.
L’economia sta cedendo, il turismo è fermo, la gente ha solo paura, la gente è letteralmente chiusa in casa senza molta possibilità di muoversi.
Si creano file lunghe fuori dai supermercati, ci sono divieti e restrizioni per abbracci, baci, strette di mano. Non è possibile guardare negli occhi la mamma, o il papà, la sorella, l’amico, il fidanzato o la fidanzata che abitano in un altro comune, o in un’altra Regione. Per correre fuori, all’aria aperta, in piena campagna, ci vuole un’auto-giustificazione che ne attesti il comprovato ed esigente motivo. E’ tutto molto surreale, no?
L’Italia sta attraversando un ennesimo capitolo di storia moderna.
Siamo tutti un po’ impauriti, chi più, chi meno, un po’ confusi, un po’ offuscati dalla quantità esorbitante di informazioni negative bombardate minuto dopo minuto su internet, nelle tv, sui giornali, nelle parole della gente che parla costantemente del solito argomento.
Chi l’avrebbe mai detto.

Ma adesso che siamo in casa, salvo la necessità ovvia di prendere atto di informazioni veritiere dettate dalla Sanità e dal Governo, dovremmo tutti spegnere un attimo il cervello dalla paura e dal bombardamento giornalistico quotidiano, aprire la finestra, guardare se fuori c’è il sole, lasciare che i raggi possano entrare in casa, e fare qualcosa di sano per se stessi.
Dedicarsi allo sport in casa, alla cura di sé, di chi abita con noi e della casa stessa, all’arte, agli hobby; dedicarsi a qualsiasi cosa che possa farci bene per superare un periodo di distanza, di mancanza, di affettività e di privazione di libertà, con la speranza che tutto questo possa finire il prima possibile.

E sarebbe bello dedicare un po’ di tempo alla lettura. A quei libri in carta da sfogliare pagina dopo pagina. Lasciare fuori dai pensieri, per un po’, quella quantità eccessiva di informazioni un po’ false, un po’, purtroppo, vere.
E, visto che non possiamo permetterci di spostarci, di viaggiare, di vedere e di osservare con occhi, mani e corpo, potremmo provare a entrare nel viaggio di chi il viaggio lo ha scritto nelle pagine di un libro. Potremmo provare ad andare in Australia, in Alaska, in Asia, in Spagna. Potremmo andare ovunque, soltanto provando a immergerci in qualche libro.
Qui ci sono cinque titoli di libri che ho amato, apprezzato e tutt’ora amo. Libri che ho letto anche più di una volta, nonostante ne conosca la trama per filo e per segno. Libri che tengo sulla mensola più bassa della mia camera da letto, così posso almeno leggerne i titoli ogni volta che mi metto di fronte al pc.
Cinque libri che mi hanno fatto scoprire una parte di me che non conoscevo, sentirmi parte di quelle storie, come se le avessi vissute con loro e/o al posto loro, e maturare, crescere, sentirmi quasi compresa o, almeno, imparare a comprendere.
Libri che mi hanno fatto viaggiare pur standomene sdraiata sul letto. Ed è assurdo, no? come basti così poco per andare dall’altra parte del mondo, pur rimanendo ferma nel solito posto.

Ho deciso di non considerare questa lista come una classifica, ma semplicemente come cinque consigli di lettura senza preferenze. Spero possiate anche voi leggerlo senza vederci dentro una lista con un ordine ben preciso perché, beh, non c’è nessun ordine di importanza da me dettato se non quello che ognuno vuole attribuirgli a suo piacimento.
Ho lasciato anche una piccola votazione personale, ma in ogni caso sono tutte votazioni molto alte, perché i libri li consiglio semplicemente perché li ho davvero apprezzati in maniera non quantificabile.


5 LIBRI DA LEGGERE PER VIAGGIARE SENZA NEMMENO PARTIRE


5. Wild, Cheryl Strayed

“La vera sfida è vivere”

STORIA VERA

“Dopo la morte prematura della madre, il traumatico naufragio del suo matrimonio, una giovinezza disordinata e difficile, Cheryl a soli ventisei anni si ritrova con la vita sconvolta. Alla ricerca di sé oltre che di un senso, decide di attraversare a piedi l’America selvaggia tra montagne, foreste, animali selvatici, rocce impervie, torrenti impetuosi, caldo torrido e freddo estremo. Una storia di avventura e formazione, di fuga e rinascita, di paura e coraggio. Una scrittura intensa come la vicenda che racconta, da cui emergono con forza il fascino degli spazi incontaminati e la fragilità della condizione umana di fronte a una natura grandiosa e potente.”

LINK PER L’ACQUISTO: QUI

trama Amazon.it

Votazione personale: 9/10

Classificazione: 9 su 10.

4. Un Indovino Mi Disse, Tiziano Terzani

“Ma chi ha ormai il coraggio di dire: «Fermi! Cambiamo strada»? Eppure, se fossimo spersi in una foresta o in un deserto, ci daremmo da fare per cercare una via d’uscita! Perché non far lo stesso con questo benedetto progresso che ci allunga la vita, ci rende più ricchi, più sani, più belli, ma in fondo ci fa anche sempre meno felici? Non c’è da meravigliarsi che la depressione sia diventata un male tanto comune. È quasi rincuorante. È un segno che dentro la gente resta un desiderio di umanità.”

STORIA VERA

“Nella primavera del 1976 un vecchio indovino cinese avverte Terzani: «Attento! Nel 1993 corri un gran rischio di morire. In quell’anno non volare. Non volare mai». Dopo tanti anni il grande giornalista non dimentica la profezia, ma anzi la trasforma in un’occasione per guardare al mondo con occhi nuovi: decide infatti di non prendere aerei per un anno, senza tuttavia rinunciare al suo mestiere di corrispondente. Il 1993 diventa così un anno molto particolare di una vita già tanto straordinaria: spostandosi in treno, in nave, in auto, e talvolta anche a piedi, Terzani si trova a osservare paesi e persone della sua amata Asia da una prospettiva nuova, e spesso ignorata. Dopo oltre vent’anni di «viaggio» e oltre un milione di copie vendute, lette, rilette, prestate e regalate, “Un indovino mi disse” continua a parlarci con voce sempre nuova e avvincente.”

LINK PER L’ACQUISTO: QUI

trama Amazon.it

Votazione personale: 8/10

Classificazione: 8 su 10.

3. Vela Bianca, Sergio Bambarèn

Ciò che conta nella vita
 non è quello che si ha,
ma quello che si fa.

“Sposati da otto anni e intrappolati in un’esistenza banale, Michael e Gail lottano disperatamente contro il naufragio del loro matrimonio. Un giorno decidono di lasciare tutto e salpare su una barca, Vela Bianca, che li condurrà nell’incanto dell’emisfero australe. Nel lungo viaggio verso la felicità, i due portano solo la piccola scatola che un tempo un vecchio libraio di Auckland donò loro, con la promessa di aprirla in mare aperto. E presto si accorgono dello straordinario tesoro che hanno tra le mani, l’insegnamento più prezioso di tutti: il vero paradiso è dentro di noi, se solo vogliamo vederlo.”

LINK PER L’ACQUISTO: QUI

trama Amazon.it

Votazione personale: 8/10

Classificazione: 8 su 10.

2. On the Road, Jack Kerouac

“Oltre le strade sfavillanti c’era il buio,
e oltre il buio il West.
Dovevo andare.”

STORIA VERA

“Sal Paradise, un giovane newyorkese con ambizioni letterarie, incontra Dean Moriarty, un ragazzo dell’Ovest. Uscito dal riformatorio, Dean comincia a girovagare sfidando le regole della vita borghese, sempre alla ricerca di esperienze intense. Dean decide di ripartire per l’Ovest e Sal lo raggiunge; è il primo di una serie di viaggi che imprimono una dimensione nuova alla vita di Sal. La fuga continua di Dean ha in sé una caratteristica eroica, Sal non può fare a meno di ammirarlo, anche quando febbricitante, a Città del Messico, viene abbandonato dall’amico, che torna negli Stati Uniti.”

LINK PER L’ACQUISTO: QUI

trama Amazon.it

Votazione personale: 8/10

Classificazione: 8 su 10.

1. Into the Wild, Jon Krakauer

“C’è tanta gente infelice che tuttavia non prende l’iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l’animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l’avventura. La gioia di vivere deriva dall’incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell’avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso. Non dobbiamo che trovare il coraggio di rivoltarci contro lo stile di vita abituale e buttarci in un’esistenza non convenzionale.”

STORIA VERA

“Nell’aprile del 1992 Chris McCandless si incamminò da solo negli immensi spazi selvaggi dell’Alaska. Due anni prima, terminati gli studi, aveva abbandonato tutti i suoi averi e donato i suoi risparmi in beneficenza: voleva lasciare la civiltà per immergersi nella natura. Non adeguatamente equipaggiato, senza alcuna preparazione alle condizioni estreme che avrebbe incontrato, venne ritrovato morto da un cacciatore, quattro mesi dopo la sua partenza per le terre a nord del Monte McKinley. Accanto al cadavere fu rinvenuto un diario che Chris aveva inaugurato al suo arrivo in Alaska e che ha permesso di ricostruire le sue ultime settimane. Jon Krakauer si imbatté quasi per caso in questa vicenda, rimanendone quasi ossessionato, e scrisse un lungo articolo sulla rivista «Outside» che suscitò enorme interesse. In seguito, con l’aiuto della famiglia di Chris, si è dedicato alla ricostruzione del lungo viaggio del ragazzo: due anni attraverso l’America all’inseguimento di un sogno. Questo libro, in cui Krakauer cerca di capire cosa può aver spinto Chris a ricercare uno stato di purezza assoluta a contatto con una natura incontaminata, è il risultato di tre anni di ricerche. Ma Nelle terre estreme, però, non è solo la ricostruzione degli eventi che portarono Chris McCandless alla morte, è anche una metafora sul rapporto tra la nostra civiltà e la natura che la circonda, è un formidabile tentativo di penetrare le segrete vibrazioni che percorrono tutte le giovinezze, è un viaggio del corpo e dell’anima scritto da un maestro del racconto d’avventura che qui si mette in gioco lasciandosi coinvolgere – assieme al lettore – dalle figure eroiche di cui narra.”

LINK PER L’ACQUISTO: QUI

trama Amazon.it

Votazione personale: 10/10

Classificazione: 10 su 10.

Un’altra breve lista di titoli particolarmente interessanti e che posso consigliare in tutta tranquillità sono:
Lost GirlsJennifer Bagget, Holly C. Corbett, Amanda Pressner
In Un Paese Bruciato dal SoleBill Bryson
L’Onda PerfettaSergio Bambarén
Into the Wild TruthCarine McCandless
In AsiaTiziano Terzani
A Passo d’UomoMattia Miraglio
e, in realtà, ne potrei elencare molti di più.

Voi avete qualche libro inerente ai viaggi? Qualcosa che vi porta un po’ in giro per il mondo standovene seduti al caldo, in casa?
Voi avete un metodo alternativo di viaggiare, quando viaggiare fisicamente proprio non è possibile?

ARTICOLI DAL BLOG:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: